images1

Articles

Main Content

Il tuo bambino e l’autodiagnosi della scoliosi

È comprensibile che un genitore si senta un po’ in ansia, se pensa che suo figlio sia affetto da scoliosi; tuttavia è di importanza cruciale comprendere la differenza tra un’auto-diagnosi e la diagnosi eseguita da un medico.

La scoliosi è una patologia della colonna vertebrale che può causare grande disagio e stress a chi ne soffre. La curvatura della colonna può affliggere le persone giovani da un’età relativamente precoce e provocare molto imbarazzo e ansia. Per questa ragione, così tante persone decidono di fare un controllo il più presto possibile.

Questo articolo si occupa dei modi in cui la scoliosi può essere diagnosticata e di come tu possa perfino eseguire un autocontrollo affidabile quanto quello che farebbe un medico. Si deve sottolineare che, se scegli di eseguire un autocontrollo con qualsiasi metodo, è importante anche sottoporsi al controllo del medico. Il parere professionale non può mai essere sostituito dalla valutazione fatta da te, quindi, se temi di essere affetto da scoliosi, è essenziale far seguire a qualsiasi autodiagnosi una visita del tuo medico.

La scoliosi può influenzare in grande misura la flessibilità di chi ne soffre e persino, nei casi più gravi, ridurne le capacità complessive di movimento. Questo può essere estremamente doloroso e provocare ogni genere di problemi per il benessere psicofisico del paziente. Dato che la scoliosi è fondamentalmente una curvatura anomala della schiena, è relativamente facile accorgersi del suo manifestarsi. Se si osserva la schiena di qualcuno da un punto leggermente più elevato, o meglio ancora, direttamente da sopra, è facile notare la curvatura.

La prima cosa che dovresti fare per il tuo bambino è di portarlo a fare un controllo medico. I medici sono naturalmente il primo riferimento per questo aspetto del piano di trattamento ed è consigliabile che tu vada dal medico per questo consulto iniziale. Tuttavia, una volta che hai capito che si tratta solo di togliersi la camicia e piegarsi in avanti, per sottoporsi al controllo del medico, è facile capire anche come si possa farlo da soli a casa.
scoliosis

Sostanzialmente, tutti i medici controllano la presenza di qualsiasi variazione anomala della lunghezza e della curvatura della colonna. Soprattutto i bambini dovrebbero fare il controllo, perché gli effetti della scoliosi colpiscono in particolare gli organismi giovani ed è per questo che si eseguono spesso dei controlli diagnostici nelle scuole. Con il permesso dei genitori, il bambino si sottopone all’esame medico. Dato che il disagio e lo sforzo sono un segno comune di scoliosi quando il paziente si piega in avanti, è facile notare i potenziali segnali della patologia. I genitori devono naturalmente essere coinvolti e spesso richiedono loro stessi una visita per il proprio figlio. Anche se per il bambino può essere fastidioso, è sempre meglio eseguire il controllo in età precoce.

Una volta che un caso di sospetta scoliosi è stato diagnosticato dal medico (o se ritieni di avere questa patologia), è importante intraprendere il passo successivo al più presto possibile, ed è qui che entrano in gioco i raggi X.

Il controllo radiologico è fondamentale per accertarsi se siamo effettivamente di fronte a un caso di scoliosi. Come puoi comprendere, se si sospetta questa patologia, allora le radiografie servono a confermare la diagnosi con un’immagine della situazione patologica. Questo è il modo migliore per ottenere una visione precisa della gravità della curvatura della colonna. Ciò non può essere fatto adeguatamente a casa, quindi è decisamente il prossimo passo da fare, dopo la visita medica. Quindi, se sei al punto in cui tuo figlio ha fatto un controllo medico e si sospetta un chiaro caso di scoliosi, allora è il momento di fare delle radiografie, per ottenere una visione chiara del problema.

Una diagnosi completa può veramente essere fatta una volta che il medico ha eseguito la visita e l’ha confermata con le radiografie. Aggiungi un’anamnesi completa e ottieni una corretta diagnosi di scoliosi della colonna vertebrale.

La storia clinica del paziente è una parte importante del quadro complessivo. Una volta che il medico ha a disposizione tutti questi fattori, allora può pronunciare una diagnosi completa. Si può quindi procedere con la cura.

Qualsiasi tipo di trattamento verrà preso in considerazione solo se la curvatura della colonna è giudicata significativa. Ciò significa che è pronunciata e che causa sufficiente disagio al paziente da poterlo debilitare in futuro, se non lo ha già fatto al momento della diagnosi. Il punto di riferimento generale per stabilire la “significatività” è se la curvatura è almeno di 25 gradi.

Quindi ci siamo. Cerca in ogni modo di cogliere l’opportunità di diagnosticare la scoliosi a casa. Non c’è niente di sbagliato in questo. In realtà, molte patologie mediche vengono diagnosticate o per lo meno sospettate dalle persone, prima che di rivolgersi allo specialista. Tuttavia, come illustrato in questo articolo, una diagnosi completa da parte di un medico contribuisce a valutare la gravità del problema e quindi permette di procedere con la cura.

Se ritieni che tuo figlio possa essere affetto da scoliosi, non dovrebbe essere troppo difficile accertarlo. Ma le cure mediche non sono sempre garantite, in qualsiasi paese tu viva. Ricorda che la soglia di 25 gradi è usata in generale come riferimento dai medici e se il tuo bambino è al di sotto di essa, potresti valutare la possibilità di altri trattamenti.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

subscribe

JOIN OUR MAILING LIST.

Be the first to learn about health and scoliosis research and special events.